sezione arte contemporanea - Confidence #30 Fosco Grisendi in esclusiva per Fine Aptitude
Confidence #30
25 Gennaio 2024
Fosco Grisendi Titolo: Confidence #28 € 900,00 Categoria: Arte, Pitture
Confidence #28
25 Gennaio 2024

How?

1.500,00

Categorie: , ,
Fosco Grisendi Artista - Pittore all'opera

How?

Fosco Grisendi

Descrizione

Per l’opera How? uno sfondo bianco perché esalta le figure e colori molto accesi. Lo sfondo in relazione alle figure dipinte è il contesto atemporale nel quale si trovano i soggetti rappresentati, attraverso cui l’artista analizza i fatti meno coerenti del mondo attuale.

Materiale e tecnica

Acrilico su tela di juta

Dimensioni

L: 50 cm

H: 50 cm

Anno 2019

Pezzo Unico

Realizzato in Italia

 

 

Note sull’artista

Bianco e nero, verde e blu: nelle opere di Fosco Grisendi (come spesso accade per gli artisti) i colori non sono casuali. Sono 4 e sono sfondi o riempimenti di forme geometriche, che danno vita a figure evocatrici, a volte in lotta fra loro; spesso forze magnetiche nello spazio teatralizzato.

Linee, attrazioni e “respingimenti” oltre la frontiera, segni statici o in movimento che raccontano e si raccontano con precisione.

Sulle tele di iuta, l’acrilico si racconta, è un controcanto fra il dentro e il fuori. Ne si sente il peso e ne si coglie il senso.

Il mondo dello Sport, sfondo di alcune delle opere più belle, gioca ruoli molto diversi; spesso ritorna come pretesto, prepotente e preponderante, a ricordarci la potenza comunicativa della messa in scena; ma è anche occasione di miglioramento e terreno di sfida (un gioco in cui mettersi in gioco). E’ un dialogo estraniante, fra finzione e realtà, una verità da scoprire o una bugia che sprofonda nel vero. E’ uno spazio in cui gli elementi, posti sapientemente ma con naturalezza al centro e agli angoli della visione, sono messi a confronto, relazionandosi in modo sinergico.

Fosco Grisendi, artista autodidatta, usa il colore in modo istintivo; fra rebus e tratti che materializzano l’Idea, in un delicato equilibrio estetico. Il messaggio dell’Arte, così, è affidato all’esperienza del suo personale vissuto: viaggio in cui l’Arte è un percorso coerente, che esprime un preciso pensiero.

Segui Fine Aptitude sui canali social per restare sempre aggiornato Facebook, Instagram, Linkedin, Youtube

How? Fosco Grisendi

è un dipinto, acrilico su tela di juta 50 x 50 cm.

Nasce  da una lunga ricerca artistica che l’artista porta avanti dal 2012, che oggi comprende più di novanta opere analoghe in termini di materiali e tecnica utilizzati.

L’artista, in questa opera pittorica,  sceglie di utilizzare uno sfondo chiaro perché reputa ne esalti le figure e la scelta di colori molto pop.

Lo sfondo inoltre offre un contesto atemporale di sospensione dalla realtà, attraverso cui Grisendi analizza i fatti meno coerenti del mondo attuale.

L’opera richiama alcuni dei primi lavori di Fosco, caratterizzati dalla scena popolata da soggetti differenti, apparentemente estranei tra loro.

In questo quadro l’attenzione è focalizza sul dislocamento fisico del cambio di luogo o paese, e interiore, dell’andare in un nuovo posto lontano dalla realtà.

Il titolo dell’opera selezionata da FineAptitude, Arte, Artigianato, Architettura, ha un ruolo legato al significato dell’opera, al messaggio che Grisendi vuole trasmettere.

Estratti dall’intervista tecnica a Fosco Grisendi:

How? Fosco Grisendi “… i clichè rappresentati sono solo lo strumento visivo per arrivare ai soggetti dei miei quadri. E’ la ricerca di un modo efficace per rappresentare gli istinti più immediati rivelandoli sempre come emozioni altamente codificate dal punto di vista sociale, controllate.”

“Inizio sempre dal disegno, realizzato a matita su carta. Il disegno mi serve per capire le proporzioni e le forme di ciò che voglio rappresentare. Non utilizzo mai il colore sul disegno e rappresento sempre un soggetto per ogni foglio. Quando il disegno mi soddisfa procedo con la tela facendo il fondo direttamente sulla juta, senza nessun tipo di preparazione.”

“Vorrei che le mie opere restassero per sempre come le ho concepite, specialmente per quanto riguarda la brillantezza dei colori. Mi rendo conto che una perdita di luminosità con il tempo si potrebbe verificare, l’importante è che sia omogenea su tutto il quadro e che non ci siano segni che disturbano la lettura del lavoro.”

“Non ci sono particolari condizioni espositive da considerarsi necessarie, l’unica cosa che richiedono le mie opere è di essere allestite perfettamente dritte, quindi senza l’impiego di cavi che implicano necessariamente un movimento, un’oscillazione. Ho concepito le immagini all’interno dell’opera con cura su una tela dritta. Gli equilibri tra forme e colori vengono meno se il quadro viene esposto anche con una minima inclinazione.”